Servizi‎ > ‎

Educazione Digitale

LA CIVILTÁ NEL DIGITALE
interventi didattici per l’educazione digitale

a cura dell’Associazione Culturale Photo Polis

Educazione Digitale by Photo Polis

ABSTRACT


Dove stiamo andando con l’utilizzo delle nuove tecnologie digitali?

Le conseguenze per l’uso improprio di telefonini, fotocamere e computer possono essere devastanti.

Per usare l’auto occorre avere una patente e anche per detenere un’arma occorre un porto d’armi.

Possedere uno smartphone significa disporre di un’arma che può ferire, anche se involontariamente, la sensibilità di una o più persone o addirittura portare alla morte come il caso di Tiziana Cantone.

Sono dispositivi che generano cyber-bullismo senza prescindere dall’età: dalla foto fatta all’amico che dorme a bocca aperta agli studenti che provocano i docenti per filmare le loro reazioni di ira da diffondere in rete e così via.

Non esiste la licenza d’uso per utilizzare questi strumenti che vengono venduti liberamente, sempre più potenti e connessi con la realtà, nati come produttori e fruitori di una realtà virtualizzata.

Il bisogno intrinseco e primordiale di voler appartenere a un branco è amplificato dall’uso non etico di tali dispositivi. L’individualismo, essere diversi moralmente ed intellettualmente necessita di una formazione che faccia decadere i principi negativi del branco, o perlomeno li argini, per sviluppare un’autostima indispensabile per la valutazione delle proprie azioni in maniera consapevole e responsabile.

Il corso vuole illustrare le potenzialità positive e negative delle nuove tecnologie digitali per cercare di mettere in guardia gli allievi dagli effetti causati dall’utilizzo improprio e per metterli di fronte a uno scenario di utilizzo intelligente ed utile per la collettività.


PERCHÉ L’EDUCAZIONE DIGITALE

La comunicazione ai tempi della rete. Vantaggi e svantaggi.

Dalla nascita di internet all’uso degli smartphone, le nuove tecnologie fanno parte integrante della nostra vita ma…

Nonostante i grandi vantaggi che potremmo trarne, spesso ci si trova di fronte a situazioni che possono diventare ingestibili perdendone il controllo.

Pixel e byte non sono inoffesivi, occorre conoscerli per prevenirli per trarne il massimo vantaggio non solo per sé stessi ma possibilmente per la collettività.

La divulgazione dei contenuti (testi, video, foto, musica) è diventata più fruibile e veloce ma non per questo possiamo considerarci esperti ingegneri o medici.

Purtroppo esiste il net-analfabetismo che contribuisce alla diffusione di inesattezze e, in casi estremi, di fake-news costruite ad arte da chi le elabora per interessi economici, politici… o semplicemente per gioco.

Difendersi si può.

Come ci si può difendere dalla perdita di file, da accuse per diffamazione in rete, dalla violazione della privacy, dal cyber-bullismo…

Un percorso utile per i minorenni che compiono i primi passi nel mondo della rete ma anche per gli adulti.

Per scuole, personale di aziende o semplici privati.



CONTATTI

Associazione Culturale Photo Polis

associazione@photopolis.org

cell. 328 5923487



I PROPONENTI


MARCO MARAVIGLIA


educazione digitale Marco Maraviglia Photo Polis
Marco Maraviglia è fotografo che ha vissuto il passaggio dall’analogico al digitale. Pioniere a Napoli della fotografia digitale dal 1998 fondando nel 2000 il primo centro fotografico di service digitale.

Attento da sempre alle nuove tecnologie e alla comunicazione (nel 1988 supera l’esame di Tecnico Pubblicitario dell’Associazione Italiana TP con sede a Milano), dal 2000 realizza siti web e blog che trattano viaggi, fotografia, editoria, nuove tecnologie e arte) con particolare attenzione all’affidabilità dei contenuti ripresi anche da testate nazionali.

Scrive critica fotografica per l’edizione cartacea di Il Fotografo (Sprea editore) e per ILAS Magazine.



LIVIO CALDORE

La mia esperienza nel settore IT è lunga e articolata. Nel corso degli anni ho acquisito conoscenza e capacità tali da ricoprire con ottimi risultati la figura di ICT Manager.
La gestione ICT di realtà complesse (come, ad esempio, il Condono Edlizio di Napoli o la Canon Camera Service Italia), formazione del team di lavoro, gestione di fornitori e consulenti esterni, realizzazione del prodotto con tempi e costi rispettati e risultati garantiti (ad esempio, il progetto per la Biblioteca Vaticana) sono casi di successo che hanno confermato e consolidato la mia formazione professionale.

L'attenzione per la sicurezza, l'interesse verso le nuove tecnologie e la passione per questo lavoro completano il mio profilo.



MASSIMO VICINANZA

Fotografo professionista e giornalista pubblicista.

Direttore responsabile del magazine Acqua Marina, redattore capo e picture editor dell’agenzia di informazione tecnologica FullPress.info e del portale turistico FullTravel.it, collabora con agenzie di stampa internazionali, con quotidiani, periodici e magazine esteri per i quali realizza interviste, servizi giornalistici e grandi reportage di viaggio.

È docente di Foto digitale e di Comunicazione e ricerca su Internet nell’Accademia di Belle Arti di Napoli.

Nel corso degli anni ha realizzato diverse mostre fotografiche in Italia e all’estero e nel 2009 ha prodotto per la Rai il video reportage “I Rom e Internet” realizzato a Sintesti (Romania).